Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

In miniatura

Perché le cose piccole illuminano il mondo

È più probabile farsi un’idea dell’universo creando oggetti infinitesimali che nel rifare il cielo intero.
A metterla su questo piano è lo scultore Alberto Giacometti che, per afferrare la verità e darle forma tangibile, finiva spesso per ridurre in scala l’esistente. D’altronde gli oggetti rimpiccioliti hanno qualità profondamente rivelatrici: fin da bambini maneggiamo macchinine, omini, mattoncini, dando vita a imperi in miniatura da poter dominare, mettendoci alla pari di un adulto, forse perfino di un gigante. Un’aspirazione che non sempre si estingue una volta cresciuti, e che talvolta si trasforma in dedizione totale alle imprese più eccentriche. Come è accaduto negli anni venti a Edwin Lutyens, che progettò con minuziosa maniacalità la casa delle bambole per la regina Maria, dotandola di oggetti piccoli, piccolissimi, tutti perfettamente funzionanti e realizzati dai più famosi artisti e artigiani dell’epoca.
Simon Garfield si muove nel tempo e nello spazio alla scoperta di un microcosmo popolato di collezionisti, modellisti e appassionati irriducibili. Ne celebra il puntiglio e l’ossessione, indaga l’origine di questa scintilla e riesce a scovare universi insospettati nelle crune degli aghi: incontreremo allora abilissime pulci circensi, microscopici abitanti di città lillipuziane, una signora di Chicago che ricostruisce scene del crimine delle dimensioni di un guscio di noce, l’esercito di migliaia di minuscoli Hitler dei fratelli Chapman. Perché la miniatura ha molto a che fare con l’arte: amplia la percezione di ciò che la nostra mente crede già di conoscere, donandoci spunti profondi e illuminanti sul mondo, in scala reale, che ci circonda.

Scritto da
Traduzione di
Argomento Collezionismo
Collana Saggi d'arte
Editore Johan & Levi
Dimensioni 15,5 x 23 cm
Pagine 216 pagine
Volume 37 immagini b/n
Pubblicazione 11/2019
ISBN 9788860102287
 

Condividi

Indice testuale

Introduzione
L’arte di guardare. Perché la miniatura è importante nelle nostre vite e perché arricchisce la nostra capacità di goderci il mondo
1. Vedere dall’alto
Come la Tour Eiffel ha fatto nascere i souvenir e trasformato per sempre la nostra idea di città
Minipausa, 3000 a.C. I sarcofaghi egizi
2. Villaggi e città in miniatura, più o meno felici
Come un plastico fissa per sempre l’immagine che una nazione ha di se stessa
Minipausa, 1789. Le navi negriere inglesi
3. Ritratto di un matrimonio
…E come una miniatura lo mise a nudo
Minipausa, 1851. Le talentuose pulci di Amburgo
4. L’entusiasmante raduno annuale della Miniature Book Society
Quanto è grande il libro più piccolo del mondo e come diamine si fa a sfogliarlo?
Minipausa, 1911. Le stanze dei giochi in Inghilterra
5. La casa ideale
Che cos’hanno in comune le graziose case di bambola della regina Maria e le inquietanti scene del crimine di Frances Glessner Lee
Minipausa, 1967. San Francisco, che posto da sballo
6. La ferrovia giocattolo più grande del mondo
E perché Rod Stewart e Neil Young continuano a giocare con i binari
Minipausa, 1992. I templi di Gerusalemme
7. Il futuro era un gran bel posto
Immaginare un nuovo paesaggio, un plastico dopo l’altro
Minipausa, 1998. Las Vegas accoglie il mondo intero
8. L’hobby perfetto
Un cartolaio appassionato di fiammiferi nei meandri di un’ossessione
Minipausa, 2016. Artisti a Londra
9. Il teatro dei sogni
Angels in America, versione in scatola
Minipausa, 2017. Minuscole sedie tedesche
10. Miniaturizziamoci
I paladini della microminiatura e l’universo improbabile e irresistibile del minicibo
Epilogo
Il modello dell’anno. Il caso dei prussiani scomparsi e che effetto fa vedersi alti venti centimetri
Bibliografia

27 dic 2019
18 dic 2019
1 dic 2019
14 nov 2019
9 nov 2019
In miniatura
22,00
 
Spedito in 1-3 giorni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.