I libri di Vincent a Bergamo | 27.06 - ore 18.00

Attenzione, controllare i dati.

I libri di Vincent a Bergamo | 27.06 - ore 18.00

13 giu 2022
«Ad esempio per citare una passione tra le altre, io ho una passione più o meno irresistibile per i libri e ho il bisogno di istruirmi continuamente, di studiare, se vuoi, proprio come ho bisogno di mangiare il mio pezzo di pane.» Vincent van Gogh, 1880

Lettore insaziabile, Vincent van Gogh trascorre la sua breve vita divorando centinaia di libri, che sono per lui ricerca, fonte d’ispirazione, ma anche porti sicuri in acque tempestose. Tra le pagine che più lo catturano ci sono quelle di Dickens, Zola, dei fratelli Goncourt e di Maupassant, che legge e rilegge con furore e commozione e di cui medita ogni riga, fino a intessere un dialogo interiore costante con gli autori.

L’incontro esplora il rapporto di Van Gogh con i suoi autori prediletti. Dall’Olanda a Parigi, da Parigi alla Provenza, i libri che più amava entrano nella sua opera. Sono tante le tele che il genio olandese ha dedicato al tema dei libri e della lettura. Da Uomo che legge davanti al fuoco a Natura morta con Bibbia a Lettrice di romanzi, a L’Arlesiana, la sua produzione sul tema non è mai stata messa a fuoco nella sua singolarità e interezza, nel suo significato più intimo. Un’occasione per capire Van Gogh attraverso la lente degli autori che sono stati i suoi migliori amici, fedeli compagni di viaggio.

I libri di Vincent ha vinto il Premio Letterario Brianza (2021) e ha ricevuto una menzione d’onore al Premio Firenze (2021).

Con l’occasione saranno esposte alcune edizioni originali dei libri amati da Van Gogh e citati nelle sue lettere a Theo.

In dialogo con l’autrice Mariella Guzzoni intervengono:

Dott.ssa Cristina Rodeschini, direttore Accademia Carrara
Prof. Michele Bertolini, docente di Estetica e di Storia dei Nuovi Media presso l’Accademia di Belle Arti "G. Carrara"

Lunedì 27 giugno | ore 18.00
Accademia Carrara, sala 18
Piazza Giacomo Carrara 82, Bergamo
Prenotazione obbligatoria: 328 1721727 | prenotazioni@lacarrara.it
Lettore insaziabile, Vincent van Gogh trascorre la sua breve vita divorando centinaia di libri, che sono per lui ricerca, fonte d’ispirazione, ma anche porti sicuri in acque tempestose. Tra le pagine che più lo catturano ci sono quelle di Dickens, Zola, dei fratelli Goncourt e di Maupassant, che legge e rilegge con furore e commozione e di cui medita ogni riga, fino a intessere un dialogo interiore costante con gli autori. Parte dell’energia e della tensione creativa che anima la sua pittura trae linfa proprio da questa irresistibile passione. D’altra parte per Vincent dipingere con le parole o con il pennello non fa differenza, poiché con la grande famiglia dei suoi prediletti condivide un preciso ideale: l’arte dev’essere per tutti, e tutti devono poterla comprendere.Esplorare la vita di Van Gogh attraverso la lente dei libri che amava è la grande intuizione di Mariella Guzzoni che, con fine animus narrativo, ci svela dettagli inediti nascosti tra le pieghe della sua arte: da Natura morta con Bibbia a Lettrice di romanzi, le tante opere che il genio olandese ha dedicato al tema dei libri e della lettura vengono così esaminate sotto una nuova luce. Nel ricorrere alle lettere di Vincent – qui presentate in una nuova traduzione – come principale strumento d’indagine, l’autrice lascia emergere lo spessore di un artista affascinato non solo da alcuni temi ricorrenti ma soprattutto dalla statura morale e intellettuale degli scrittori a lui più cari.Tradotto in cinque lingue e riccamente illustrato, questo saggio spazia dai grandi capolavori alle opere minori di Van Gogh e mostra come i libri, l’uomo e l’opera siano intrecciati in modo indissolubile, dando corpo e voce alla sua frase: «I libri la realtà e l’arte sono una cosa sola per me».
Scopri

I libri di Vincent

Van Gogh e gli scrittori che lo hanno ispirato

Mariella Guzzoni

pagine: 232 pagine

Lettore insaziabile, Vincent van Gogh trascorre la sua breve vita divorando centinaia di libri, che sono per lui ricerca, fonte d’ispirazione, ma anche porti sicuri in acque tempestose. Tra le pagine che più lo catturano ci sono quelle di Dickens, Zola, dei fratelli Goncourt e di Maupassant, che legge e rilegge con furore e commozione e di cui m
28,00

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.