Libri di Tommaso Trini - libri Johan & Levi Editore
Vai al contenuto della pagina

Tommaso Trini

autore
Johan & Levi
Tommaso Trini Castelli (Sanremo, 1937) svolge attività di storico delle relazioni fra le arti e le tecnoscienze. E’ stato docente di storia dell'arte moderna alle Accademie di Belle Arti di Urbino e Milano dal 1979 al 2007. A Brera si è occupato della formazione multimediale e ha ideato (1997) un master post-lauream per la formazione in Arteterapia, il primo del genere in una scuola d’arte italiana, elevato di recente a Corso biennale di perfezionamento. Come critico ha esordito nel 1964, operando nelle tendenze avanzate (arte concettuale, povera, minimale, ecc.). Ha collaborato con la rivista Domus (dal ’66), il Corriere della Sera (dal ’72 con Maurizio Calvesi) e quindi L’Espresso (con G.C. Argan).

Nel 1972 ha fondato e diretto Data Arte, bimestrale internazionale pubblicato fino al 1978. E’ stato redattore della rubrica d’arte radiofonica “L’arte in questione” (Raitre). Ha svolto incarichi alla Biennale di Venezia dal ‘76 al ’93 in qualità di curatore del ciclo di performance “Attivo” ('76), commissario della mostra “Aperto” ('82), curatore del “Laboratorio di arte e tecnologia” ('86), assistente alla direzione della Biennale 1993. Inoltre, è stato commissario internazionale alla Biennale des Jeunes di Parigi (1975 e '77), curatore europeo alla Biennale di Sydney (1976), e membro di giuria alla Biennale di Saô Paolo (Brasile 1977). Nel 1975 ha curato la prima rassegna italiana di videoarte, “Artevideo e Multivision”, alla Rotonda della Besana di Milano.

Dal 1982 all’87 è stato membro del Direttivo della Galleria d'Arte Moderna di Bologna, svolgendo attività di video-documentazione culminata nella rassegna “Magnetica” (’83). Tiene a segnalare inoltre fra le principali mostre: “Cara Morte” (Gavirate '78), una “Storia degli automi e dei robots” (Bologna '80), “Lucio Fontana” (Messina '88), “Giò Pomodoro” (Messina ’89), “Andrea Cascella" (Todi '92), “Italiana, Arte Povera e Transavanguardia” (Yokohama '94). Infine, ha pubblicato, fra gli altri numerosi saggi, una “Intervista a Lucio Fontana” (Domus '68), la prima ampia monografia su Mimmo Rotella (Prearo '73), il libro Intervista sulla fabbrica dell’arte con G.C. Argan (Laterza ’80), il volume Musica Madre di Giuseppe Chiari (Prearo ’82), la principale monografia su Mimmo Germanà (Prearo ’89), e la traduzione del saggio di Meyer Schapiro sulle analogie fra Relatività e Cubismo in Tra Einstein e Picasso (Marinotti 2003).

Libri dell'autore

Mezzo secolo di arte intera - Scritti 1964-2014
Se sappiamo quello che sappiamo sulla straordinaria rivoluzione artistica della seconda metà degli anni sessanta, di Arte Povera, Arte Concettuale, Arte Processuale e Land Art; se oggi riconosciamo in Boetti, Pistoletto e Zorio alcuni tra i più importanti esponenti della loro generazione; se conosciamo le ultime dichiarazioni di Lucio Fontana o avevamo già letto di figure recentemente riscoperte come quelle di Agnetti, Baruchello, Dadamaino, Mulas e Griffa, lo dobbiamo anche alle cronache, alle recensioni, ai saggi, all’opera editoriale e educativa di Tommaso Trini (Sanremo, 1937).Questa antologia colma una lacuna durata troppo a lungo e contribuisce a disegnare una mappa più accurata del panorama critico italiano, al di là di un consunto schema bipolare. Attraverso un’attenta opera di ricerca e di confronto condotta da Luca Cerizza in dialogo con l’autore, il volume raccoglie per la prima volta una selezione dell’ampia produzione critica di Trini: dai testi pionieristici dedicati ai futuri protagonisti dell’Arte Povera, alla serie di approfondite letture di altre figure cardine del dopoguerra, fino alle cronache e le analisi che – tra le prime a livello internazionale – definiscono in tempo reale le caratteristiche dei movimenti artistici postminimalisti che agitavano la seconda metà degli anni sessanta. Attraverso questi scritti, Trini si rivela rapido testimone e allo stesso tempo acuto lettore di molta dell’arte migliore di questo mezzo secolo.Un libro che restituisce agli appassionati d’arte e non solo una brillante scrittura critica, sostenuta da un ritmo e un’intelligenza incalzanti, in cui la partecipazione “militante” non sfocia mai in posizioni settarie e ideologiche.
Scopri

Mezzo secolo di arte intera

Scritti 1964-2014

Tommaso Trini

pagine: 356 pagine

Se sappiamo quello che sappiamo sulla straordinaria rivoluzione artistica della seconda metà degli anni sessanta, di Arte Povera, Arte Concettuale, Arte Processuale e Land Art; se oggi riconosciamo in Boetti, Pistoletto e Zorio alcuni tra i più importanti esponenti della loro generazione; se conosciamo le ultime dichiarazioni di Lucio Fontana o a
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.