Scheda libro

News

Biografie

La mia arte, la mia vita

  • Autore: Diego Rivera
  • A cura di: Gladys March
  • Anno: 2017
  • Lingua: Italiano
  • Pagine: 220
  • Prezzo: 23,00 €
  • ISBN: 978-88-6010-166-2
  • Formato: 15,5 x 23 cm
  • Illustrazioni: 11 b/n - 8 colore
  • Finitura: Arcoprint edizioni
    Brossura

Mostro sacro del muralismo messicano, Diego Rivera è stato in realtà tante cose: sodale di Picasso, donnaiolo impenitente e amante vorace, fervido comunista ben presto espulso dal Partito e sedicente rivoluzionario dell’arte. Rievocando alcuni episodi salienti di questa sua storia personale, raccolta e trascritta dalla giornalista Gladys March, si rivela anche un narratore incapace di tenere a freno l’esuberante fantasia. Nella sua prosa, così come nella sua pittura, scorrono una travolgente passione per la vita e un’umanità multiforme: prostitute e rivoluzionari, politici corrotti e mecenati capitalisti, ma soprattutto la gente della propria terra, per la quale nutrirà sempre un amore profondo.
Dopo i primi passi come pittore cubista in Europa, il ritorno in patria è vissuto infatti da Rivera come una rivelazione: il Messico, con i suoi colori infuocati e la sua luce intensa, le moltitudini gioiose al mercato e alle fiestas, gli si presenta come una fonte di incontenibile splendore. A cui attingerà al momento di ritrarre sulle enormi pareti degli edifici pubblici messicani la coscienza politica di un popolo, attraverso scene di schiavitù, di lotta sociale e immagini della cultura precolombiana, plasmando i tratti di quel muralismo che diventerà di lì a poco un movimento pittorico internazionale.
L’autoritratto che si dipana sotto i nostri occhi assume via via i contorni di una confessione a cuore aperto, in cui l’autore non risparmia nessuno, men che meno se stesso. La sua versione dei fatti trova un controcanto nelle voci delle donne della sua vita – Angelina Beloff, Lupe Marín, Frida Kahlo, sposata per ben due volte, ed Emma Hurtado – raccolte in appendice. Giunto all’ultima pagina, al lettore non resta che chiedersi dove stia la verità su questo artista che è stato innanzitutto uno straordinario affabulatore o, nelle parole di Élie Faure, un creatore di miti, se non addirittura un mitomane.

  • Note sull'autore
  • Sommario
  • Rassegna stampa

Diego Rivera (1886-1957) è stato uno dei più importanti pittori muralisti del Novecento. Ha contribuito, insieme ad Alfaro Siqueiros e José Clemente Orozco, a dare voce a un’arte autenticamente messicana attraverso le sue imponenti opere, visibili nei più significativi edifici di Città del Messico.
Artista provocatorio e scomodo, per tutta la vita ha attirato a sé polemiche e proteste, ma anche l’interesse di alcuni mecenati americani, tra cui Henry Ford e Nelson Rockefeller, che gli darà occasione di realizzare controversi murales anche negli Stati Uniti.

Prefazione di Gladys March


Geografia e genealogia
Storia di una capra e di un topolino
Tre anziani gentiluomini accolgono il giovane iconoclasta
Tre aspirazioni
Incomincio a disegnare
Ci trasferiamo a Città del Messico
Scuole
La mia prima esperienza d’amore
Inizio e fine di una carriera militare
L’Academia de Bellas Artes de San Carlos
I primi maestri
Posada
L’arte preispanica
Un esperimento di cannibalismo
La mia prima borsa di studio
Murillo Atl
Un viaggio pieno di rabbia
Gli amici spagnoli
Paesaggi desolati
Un assegno per ogni dito della mano
Studente d’arte a Parigi
Proprietà privata
Non ho più Cézanne
Gli adoratori del sole di Bruges
Mendicanti con il cappello a cilindro
Un successo relativo
Dov’ero nel 1910

Ritorno a casa!
L’incantesimo
Rivoluzionario con una scatola di colori
Un complotto per assassinare Díaz
Dehesa
Servizio di bordo
Ritrovarsi con Angelina
Picasso
La guerra
La tua pittura non ha niente di diverso da quella degli altri!
Marevna
Una fine e un inizio
In Italia
1921: sono rinato
Lupe
L’apparizione di Frida
Il Rinascimento messicano
La Secretaría de Educación Pública e Chapingo
Hitler
Stalin
Schizzi moscoviti
Un’ispirazione
HP
L’assassinio di Julio Mella
L’espulsione dal Partito
Cuernavaca
Frida diventa mia moglie
La proposta di dipingere nell’edificio della Borsa di San Francisco
Una mostra personale al Museum of Modern Art
Una visita a Henry Ford
La battaglia di Detroit
La tragedia di Frida
Olocausto al Rockefeller Center
Ricostruzione
I nazisti imparano come si tratta con me
Pani perde un occhio
Un invito di Mussolini
Frida: trionfo e angoscia
Trockij
Quella benedetta cravatta

Una visita a Charlie Chaplin
Un omaggio della Marina americana
Ancora Trockij, morto
Una seconda volta con Frida
Più famoso di Wendell Willkie
Pin up in stile da saloon
Una dimora per la mia collezione di statuette
Una domenica al parco Alameda
Il cardinale Dougherty difende il murale
Conseguenze
Sott’acqua
Un’altra polemica
Cancro
Un’altra tempesta
Frida muore
Emma


Testimonianze su Diego Rivera
Angelina Beloff
Lupe Marín
Frida Kahlo
Emma Hurtado

News